Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Selvicoltura speciale

Oggetto:

SPECIAL SILVICULTURE

Oggetto:

Anno accademico 2021/2022

Codice attività didattica
AGR0365
Docente
Prof. Gianfranco Minotta (Affidamento interno)
Corso di studio
[001711] SCIENZE FORESTALI E AMBIENTALI
Anno
3° anno
Periodo
Secondo semestre
Tipologia
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza
6
SSD attività didattica
AGR/05 - assestamento forestale e selvicoltura
Erogazione
Mista/Blended
Lingua
Italiano
Frequenza
Facoltativa
Tipologia esame
Orale
Prerequisiti

Non vi sono prerequisiti, ma per una più fruttuosa partecipazione alle lezioni sono comunque consigliabili preconoscenze di botanica forestale, selvicoltura generale ed ecologia forestale

Although no formal preparatory courses are required, students should be familiar with the main concepts of the following courses: forest botany, general silviculture and forest ecology
Oggetto:

Sommario del corso

Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento intende fornire  le conoscenze riguardanti l'ecologia la corologia e le tecniche  di gestione selvicolturale delle principali specie forestali italiane nell'ottica di applicare dette conoscenze a sistemi forestali e territoriali  anche complessi.

 

The course will provide students with the knowledge on corology, ecology and silviculture  of the main forest species in Italy,  in the perspective to apply these knowledge to the management of  complex territorial systems

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Sulla base dei descrittori di Dublino, gli studenti al termine del corso avranno acquisito le seguenti conoscenze e competenze:

  • conoscenza della ecologia delle principali specie forestali europee
  • capacità di applicare le conoscenze acquisite per la soluzione di problemi legati alla gestione selvicolturale dei soprassuoli forestali in funzione delle specie presenti e degli obiettivi della gestione medesima
  • capacità di raccolta e di interpretazione dei dati territoriali ed ambientali utili per affrontare la complessità della gestione forestale
  • capacità di comunicare ed interagire con altri specialisti coinvolti nella gestione degli ecosistemi forestali
  • acquisizione delle capacità di apprendimento utili ad intraprendere ulteriori studi nel settore delle scienze forestali

 

Based on the Dublin descriptors, students at the end of the course will have acquired the following knowledge and skills:

  • knowledge of the ecology of the principal European forest species
  • ability to apply the knowledge acquired for the solution of problems related to the silvicultural treatment of forest stands according to tree species and the objectives of the forest management
  • ability to gather and interpret territorial and environmental data useful for dealing with the complexity of forest management activities
  • ability to communicate and interact with other specialists involved in the management of forest ecosystems
  • learning skills for undertaking further study in the field of forestry sciences

Oggetto:

Programma

L'insegnamento fa riferimento all'area selvicolturale

Argomenti

  • Introduzione al corso. I piani di vegetazione in Italia.
  • Aspetti generali della selvicoltura nel piano mediterraneo. Cenni sulle querce sempreverdi (leccio e sughera) e sui pini mediterranei (pino domestico, pino d'Aleppo, pino marittimo). . La produzione legnosa nel piano mediterraneo.
  • Aspetti generali della selvicoltura in ambiente planiziario e nel piano submontano. Le querce caducifoglie (roverella, farnia, rovere e cerro), il castagno. Cenni sulle principali latifoglie correlate alle querce (carpini, frassini, aceri). La robinia. Cenni sulla vegetazione riparia.  La produzione legnosa nel piano planiziario
  • Aspetti generali della selvicoltura nel piano montano. Il faggio, l'abete bianco, l'abete rosso, il pino silvestre. I pini neri. Le latifoglie correlate ai boschi di faggio e di abete   (frassino maggiore, tigli, ciliegio, aceri). La betulla. I boschi di neoformazione.  La produzione legnosa nel piano montano.
  • Aspetti generali della selvicoltura nel piano subalpino. L'abete rosso nel piano subalpino Il larice, il pino cembro, il pino uncinato, il pino mugo. Cenni sull'ontano verde. (area della gestione multifunzionale sostenibile delle risorse forestali). La produzione legnosa nel piano subalpino.
  • Elementi di ecologia e selvicoltura di alcune specie esotiche (eucalipti, douglasia, pino radiato, pino strobo)
  • La rinaturalizzazione dei rimboschimenti di specie esotiche.
  • Elementi di vivaistica forestale.
  • I rimboschimenti: finalità e criteri operativi.

 

 

The course refers to the silvicultural learning area

Subjects

  • Introduction. Vegetation belts in Italy.
  • Silviculture in the Mediterranean zone. Evergreen oak (Q. ilex and Q. suber) and Mediterranean Pine (P. domestica, P. pinaster, P. halepensis) stands.  Wood production in the Mediterranean zone.
  • Silviculture in the plain and sub-mountain zone. Deciduous oak (Q.robur, Q.petraea, Q.pubescens, Q. cerris) stands. Castanea sativa stands. Outline on the main broadleaf trees related to the oak stands (Carpinus spp., Acer spp., Fraxinus spp.). Robinia pseudoacacia stands. Outline on the riparian tree vegetation. Wood production in plain and sub-mountain zone.
  • Silviculture in the mountain zone. Fagus sylvatica, Abies alba, Picea abies and Pinus sylvestris stands. Outline on the main broadleaf trees related to the beech, fir and spruce stands  (Fraxinus excelsior, Tilia spp., Prunus avium, Acer spp.).  Pinus nigra and Betula pendula stands. Forest stands evolved on abandoned fields.  Wood production in the mountain zone.
  • Silviculture in the subalpine zone. Picea abies stands in the subalpine zone. Larix decidua, Pinus cembra, Pinus uncinata and Pinus mugo stands. Outline on Alnus viridis stands.  Wood production in the subalpine zone.
  • Principles of ecology and siliviculture of some exotic species (Eucalypts, Douglas-fir, Radiata pine, Eastern White pine).
  • Renaturalization  of  forest  stands dominated by exotic species
  • Outline of forest nursery techniques.
  • Principles of reforestation.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

L'insegnamento comprende  45 ore di lezioni frontali e 15 ore di esercitazioni svolte sia in classe sia all'esterno in aree boscate. Per le lezioni frontali il docente si avvale di presentazioni e slide che sono disponibili per gli studenti.

Le lezioni del corso sono disponibili sulla piattaforma Moodle con video comprensivi di testo e commenti vocali.

The course includes  45 hours of  lectures and 15 hours of training activities carried out in the classroom and outside at  forest sites.  For lectures the teacher makes use of presentations and slides that are available to students.

Lectures are also available on the Moodle platform with videos including text and voice comments.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

La verifica in itinere dell'apprendimento sarà effettuata mediante la somministrazione agli studenti di test scritti od orali La verifica finale sarà svolta oralmente in presenza o per via telematica su piattaforma webex formulando tre domande sugli argomenti del corso e verificando le conoscenze acquisite e le capacità di collegare tra loro tali argomenti

 

During the course, student learnig will be verified through written or oral tests. Final oral test carried out in presence or through webex platform.

Oggetto:

Attività di supporto


Non sono previste attività di supporto


Supporting activities are not foreseen

Testi consigliati e bibliografia



Oggetto:
Libro
Titolo:  
I boschi delle regioni alpine italiane. Tipologia funzionamento e selvicoltura
Anno pubblicazione:  
2004
Editore:  
Coop. Editrice Università di Padova
Autore:  
Del Favero R.
ISBN  
Obbligatorio:  
No


Oggetto:
Libro
Titolo:  
Selvicoltura speciale
Anno pubblicazione:  
1995
Editore:  
UTET Torino
Autore:  
Bernetti G.
ISBN  
Obbligatorio:  
No
Oggetto:

 Per eventuali approfondimenti e integrazioni possono essere utili i seguenti testi:

  • Ciancio O., Nocentini S., 2004 - Il bosco ceduo. Selvicoltura Assestamento Gestione. Accademia Italiana di Scienze Forestali, Firenze, 721 pp.
  • IPLA, 2001 - Boschi collinari. Ed. Regione Piemonte, Assessorato Economia Montana e Foreste, Torino, 119 pp.
  • Mercurio R., Minotta G., 2000 - Arboricoltura da legno. Edizioni CLUEB, Bologna, 203 pp.
  • Susmel L., 1980 - Normalizzazione delle foreste alpine. Liviana Editrice, Padova, 437 pp.
  • Vavassori A., 2009 - Il millepiante tekno. Guida  tecnica per i professionisti del verde. Ed. Il millepiante, 304 pp.
  • Ray R. Hicks, 1998 - Ecology and management of Central Hardwood Forests. Wiley, 432 pp.
  • Russel M. Burns , 1932 - Silvicultural Systems for the major forest types of the United States. U.S. Dept. of Agriculture, Forest Service,191 pp.
  • R. Ferris-Kaan (Ed.), 1995 - The Ecology of Woodland Creation. Wiley Jhon & Sons. 264 pp.
  • Duryea, Mary L.; Landis, Thomas D. (Eds.), 1984 - Forest nursery manual. production of bareroot seedlings. Springer, 386 pp.
  • Duryea, Mary L.; Dougherty,  P.M. 1991 Forest regeneration manual, Springer, 433 pp.
  • Konijnendijk, C.C.; Nilsson, K.; Randrup, Th.B.; Schipperijn, J. (Eds.), 2005 - Urban forests and trees. Springer, 520 pp.

Siti internet di interesse:

http://www.forumforeste.it/

http://www.un.org/esa/forests/

http://sisef.org/

Il materiale didattico sarà reso disponibile sulla piattaforma campusnet prima dell'inizio delle lezioni.

Le lezioni dell'insegnamento sono disponibili sulla piattaforma Moodle con video comprensivi di testo e commenti vocali.

 

Further useful textbooks

  • Ciancio O., Nocentini S., 2004 - Il bosco ceduo. Selvicoltura Assestamento Gestione. Accademia Italiana di Scienze Forestali, Firenze, 721 pp.
  • IPLA, 2001 - Boschi collinari. Ed. Regione Piemonte, Assessorato Economia Montana e Foreste, Torino, 119 pp.
  • Mercurio R., Minotta G., 2000 - Arboricoltura da legno. Edizioni CLUEB, Bologna, 203 pp.
  • Susmel L., 1980 - Normalizzazione delle foreste alpine. Liviana Editrice, Padova, 437 pp.
  • Vavassori A., 2009 - Il millepiante tekno. Guida  tecnica per i professionisti del verde. Ed. Il millepiante, 304 pp.
  • Ray R. Hicks, 1998 - Ecology and management of Central Hardwood Forests. Wiley, 432 pp.
  • Russel M. Burns , 1932 - Silvicultural Systems for the major forest types of the United States. U.S. Dept. of Agriculture, Forest Service,191 pp.
  • R. Ferris-Kaan (Ed.), 1995 - The Ecology of Woodland Creation. Wiley Jhon & Sons. 264 pp.
  • Duryea, Mary L.; Landis, Thomas D. (Eds.), 1984 - Forest nursery manual. production of bareroot seedlings. Springer, 386 pp.
  • Duryea, Mary L.; Dougherty,  P.M. 1991 Forest regeneration manual, Springer, 433 pp.
  • Konijnendijk, C.C.; Nilsson, K.; Randrup, Th.B.; Schipperijn, J. (Eds.), 2005 - Urban forests and trees. Springer, 520 pp.

Interesting Internet sites

http://www.un.org/esa/forests/

http://www.forumforeste.it/

http://sisef.org/

Teaching materials will be made available on campusnet platform before the starting of the course.

The course is also available on the Moodle platform with videos including text and voice comments.



Oggetto:

Note

Le modalità di svolgimento dell'attività didattica potranno subire variazioni in base alle limitazioni imposte dalla crisi sanitaria in corso. In ogni caso è assicurata la modalità a distanza per tutto l'anno accademico.

 

 

The taching activity may undergo changes depending on the situation COVID19. The e-learning model system is guarantee for the whole year.

 

Registrazione
  • Aperta
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 24/09/2021 15:18
    Location: https://www.sfa.unito.it/robots.html
    Non cliccare qui!